Primo Bonacina intervista Federica Danesin, Responsabile della Comunicazione del gruppo fastERA

Accetta i cookies per visualizzare il contenuto
Share
Accetta i cookies per visualizzare il contenuto

Primo Bonacina, Managing Partner, PBS – Primo Bonacina Services, profondo conoscitore del settore IT e vivace professionista di marketing, incontra Federica Danesin responsabile della Comunicazione e immagine del gruppo fastERA.

Buongiorno Federica, innanzitutto: chi è fastERA e di cosa ti occupi tu in questa realtà?Federica Danesin

Il gruppo fastERA è un gruppo di aziende strutturato in quattro divisioni: fastERA.solutions, per lo sviluppo di soluzioni IT, fastERA.systems per l’integrazione dell’infrastruttura IT, OGICloud per il cloud computing e fastERA.center, di cui sono anche responsabile, che si occupa della condivisione di spazi di lavoro in modalità coworking. Grazie al mio ruolo trasversale, supporto tutte le divisioni e mi occupo di promuovere il brand fastERA.

Il marketing e il modo di comunicare è molto cambiato negli anni. I clienti sono più informati e comunque hanno a loro disposizioni maggiori mezzi per farlo. Quanto questo incide sul tuo lavoro?

E’ vero che oggi è più facile raccogliere informazioni in tempi rapidissimi. Basta mettere una parola all’interno di un motore di ricerca e, grazie a Internet, riceviamo una gran quantità d’informazioni … un tempo era necessario aprire l’enciclopedia ben riposta sulla libreria per scoprire cose nuove o approfondire le proprie conoscenze. Oggi grazie alla tecnologia, che fastERA conosce e sviluppa molto bene, è tutto più facile, ma è anche più facile lasciarsi attrarre da stimoli sbagliati. La pubblicità ha sempre avuto il mandato di colpire e attirare interesse. Oggi credo che sia invece richiesta una maggiore attenzione. In fastERA c’è un valore molto importante, che si chiama professionalità, e che è presente in tutte le persone che lavorano all’interno del gruppo: la nostra comunicazione è fondata sul desiderio di portare il nostro target prima di tutto a provare le nostre soluzioni, a visitare i nostri spazi, a capire meglio cosa possiamo fare per il loro business.

Si avvicina la fine dell’anno e così è arrivato il momento di un bilancio. Cosa pensi dell’anno che sta terminando?

Il 2015 è stato un anno estremamente importante per quanto riguarda la nostra comunicazione. Abbiamo investito molto e puntato su alcuni obiettivi specifici. Abbiamo rinnovato l’immagine del gruppo e delle sue divisioni, abbiamo dato vita ad un sito per ogni divisione per comunicare in maniera più diretta verso il cliente e permettergli una maggior facilità e velocità nel raccogliere le informazioni ricercate. E’ stata ridisegnata la grafica con dei layout nuovi, con messaggi più chiari. In quest’anno abbiamo dato vita e partecipato a molte iniziative, abbiamo sponsorizzato tre eventi in ambito IT: M2M, Smau, ICT festival, siamo stati invitati a partecipare a tavole rotonde a seminari, segno che il mercato ha dimostrato interesse verso fastERA.

Sogni nel cassetto per il 2016?

Tanti. Alcuni estremamente impegnativi e altri che si concretizzeremo entro la primavera del prossimo anno. Le idee non mancano e neanche la voglia di fare. Il mio desiderio è poter crescere insieme all’azienda come, se non in misura maggiore di quanto fatto nel 2015.

Vedo che il logo del gruppo è una lampadina con degli ingranaggi …

Si, è una lampadina dove gli ingranaggi sono in movimento, entrano ed escono. La lampadina è aperta…dalla stessa si tirano fuori le idee e gli ingranaggi che servono per creare la soluzione… “Trasformiamo idee in soluzioni tecnologiche” è il motto di fastERA, un’azienda che rende disponibile la tecnologia alle imprese, anticipa e colma le lacune della tecnologia stessa!